Categoria: Hardware

Recupero Macintosh Plus – 1a parte

Questa volta è stata veramente dura! 🙂
Il recupero che vi voglio raccontare è durato molto (e non ancora del tutto concluso) ed ha coinvolto una buona parte d’Europa per il reperimento dei componenti. Ma è stata una sfida intrapresa per due motivi:
Uno era affettivo: il Mac Plus era uno dei computer che avevo circa 26 anni fa (era già vecchio, in quel periodo la mia postazione di lavoro era un Quadra 840), l’avevo comperato di seconda mano e mi ero deciso a venderlo (insieme all’Olivetti M24) per metter insieme un po’ di soldi e sposarmi.
L’altro era capire quanto una macchina dichiaratamente “morta” (e vedrete le foto) ed obsoleta, poteva essere recuperata a distanza di un quarto di secolo (!).
E poi, diciamola tutta: quel simpatico Mac “allinone”, mi mancava…
Cominciamo la narrazione…

Siamo a Dicembre 2018, quando su eBay trovo un’asta di un MacSE proveniente dalla Francia, il prezzo sembra buono (anche se il computer ha dei problemi e viene fornito senza tastiera e mouse), così faccio un’offerta. L’asta, per fortuna, finisce quasi deserta ed io risulto vincitore!
Nelle aste online cerco sempre macchine con problemi o mancanti di qualche accessorio, di solito sono le meno ambite dai collezionisti della domenica e mi diverto molto di più in un secondo momento nel ripararle.
Alla chiusura dell’asta, il venditore mi chiede se sono interessato anche all’acquisto di un Mac Plus… (altro…)

Adattatore VGA per Olivetti M24

Questa volta vi presento un “faidate” (o DIY come dicono gli anglofoni) che consente di collegare l’uscita video di un Olivetti M24 ad un tradizionale monitor VGA.

L’M24 è un eccezionale computer costruito in Scarmagno (Ivrea – Italia) nel 1983 da quel colosso (che era) la Olivetti. Era un pc compatibile (o come si diceva in quel periodo IBM compatibile) che mostrava però notevoli migliorie.

Un Olivetti M24, versione con floppy disk ed hard-disk (foto: www.vecchicomputer.com)

(altro…)

FinalGROM99: la cartuccia infinita

Negli anni d’oro dell’Home Computer (fine anni ’70 e tutti gli anni ’80), quasi tutte le macchine presentate al pubblico, avevano una porta di connessione per le cartucce (cartdrige).

Le cartucce sono piccoli circuiti composti da una memoria Rom (spesso una EEPROM) e la circuiteria minima, necessaria per interfacciarsi attraverso un pettine di contatti (o un connettore) al bus dati dell’home computer. In questo modo, la memoria aggiuntiva della Rom, diventa un’estensione di quella del computer ed il processore poteva eseguire le istruzioni in essa contenute. (altro…)

Translate »